Quartettsatz c-moll D 703

Casa Editrice: Henle Verlag
Compositore: Schubert, Franz
Categoria: QUARTETTO
17,40 €
Tasse incluse
Quantità

La composizione di Schubert di un nuovo quartetto d'archi, iniziata nel dicembre 1820, non sfuggì mai al primo movimento; l'autografo pesantemente rielaborato si interrompe all'inizio del secondo movimento. Ma l'opera frammentaria che più tardi è arrivata nelle mani di Johannes Brahms dalla tenuta di Schubert, ha deliziato il suo nuovo proprietario così tanto dopo la sua prima nel 1867 che Brahms ha pubblicato il primo movimento tre anni dopo come "Posthumous Work" di Schubert - aprendo così la strada a i cuori del pubblico per questo piccolo gioiello. Il manoscritto autografo di Schubert presenta così numerose divergenze nella dinamica e nell'articolazione che l'editore Egon Voss sospetta che sia uno degli esperimenti di Schubert con le variazioni. Questo è il motivo per cui nella sua edizione Urtext procede con estrema moderazione nell'emettere aggiunte e modifiche rispetto a passaggi paralleli ¬, rendendo così comprensibile la diversità di idee di Schubert per i musicisti. Per tutti coloro che vogliono dare un'occhiata all'interno del laboratorio di Schubert, le poche misure del secondo movimento sono incluse come bonus!

Codice catalogo
HN 1317
Codice ISBN
9790201813172
Riferimento
22921

Altri prodotti per lo stesso strumento:


Non trovi lo spartito che ti interessa?

Acquistano da Musica Musica


Musica da camera

Duo, trio, quartetto, quintetto, sestetto... scopri tutti gli spartiti disponibili in libreria.

Scopri

Orario di apertura

Lunedi 14:30-18:30
Dal martedì al venerdi 9:00-13:00 / 14:30-18:30
Sabato 14:30-18:30
Domenica chiuso

Per i docenti di ruolo e i nati nel 2000 Musica Musica ha scelto di aderire all'iniziativa promossa dal Governo relativa al buono da 500 € da spendere in cultura

Orario di apertura

Lunedi 14:30-18:30
Dal martedì al venerdi 9:00-13:00 / 14:30-18:30
Sabato 14:30-18:30
Domenica chiuso

Per i docenti di ruolo e i nati nel 2000 Musica Musica ha scelto di aderire all'iniziativa promossa dal Governo relativa al buono da 500 € da spendere in cultura